A joyful sense at Work

L’edizione 2017 del Salone del mobile ha visto come al solito protagonisti non solo prodotti ed aziende ma anche proposte innovative e chiavi interpretative del contesto attuale.
In particolare l’allestimento “A Joyful Sense at Work” curato dall’architetto Cristiana Cutrona aveva l’obiettivo di focalizzarsi sul nesso tra lavoro e felicità, vedendo l’ufficio come spazio di realizzazione profonda dell’uomo.
L’uomo, con i suoi bisogni reali, le sue emozioni, le sue esperienze viene posto al centro di questo processo.
“Il titolo è legato al concept – spiega la curatrice –.
L’attività lavorativa e professionale del futuro deve ‘dare senso’ a cose e relazioni, generare una nuova qualità di vita, produrre emozioni e felicità”.
In un’area di circa 1.600 mq, sono stati scelti 4 studi di architettura -uno per ogni punto cardinale- di fama e portata internazionale, perché declinassero in base alla loro cultura questa nuova concezione dell’ambiente ufficio.
 

 

 

˙
^
-->